Aritmia

lug292009

Fibrillazione atriale peggiora insufficienza sistolica

Cardiologia-insufficienza cardiaca La fibrillazione atriale nei pazienti con insufficienza cardiaca sistolica cronica avanzata non aumenta la mortalità, ma è indipendentemente associata a ricoveri ospedalieri per insufficienza cardiaca nei...
transparent

lug162009

FA: identificata seconda variante genetica

Cardiologia-aritmie E’ stata individuata una nuova variante nel gene ZFHX3 collegata ad un aumento del rischio di fibrillazione atriale nei soggetti di stirpe europea. Più di un terzo di questi soggetti è portatore di una copia di questa...
transparent

giu302009

Diabete: FA aumenta rischio mortalità

Endocrinologia-diabete La fibrillazione atriale è un forte fattore predittivo indipendente di mortalità complessiva ed eventi cardiovascolari nei pazienti diabetici. La riduzione di routine della pressione arteriosa produce una riduzione simile...
transparent

giu282009

Fibrillazione atriale: ablazione migliora esiti

Cardiologia-aritmie Le combinazioni di procedure volte a terminare le fibrillazioni atriali persistenti sono associate al miglioramento degli esiti a lungo termine per il paziente. La terminazione operativa dell’aritmia fino al ritmo sinusale con...
transparent

giu252009

Complessi ventricolari prematuri e tosse cronica

Cardiologia-aritmie I complessi ventricolari prematuri (PVC) potrebbero svolgere un ruolo in alcuni casi di tosse cronica, benchè di rado ne siano l’unica causa. Precedenti studi avevano collegato varie aritmie alla tosse cronica, ma mancano...
transparent

giu152009

FA: esercizio frequente e vigoroso aumenta il rischio

Cardiologia-aritmie Il rischio di fibrillazione atriale aumenta con la frequenza della pratica di esercizio fisico vigoroso. Benchè questo tipo di esercizio porti con s� numerosi benefici per la salute, i limitati dati disponibili suggeriscono che...
transparent

mag42009

Fibrillazione: statine riducono rischio nelle donne

Cardiologia-aritmie L’uso delle statine nelle donne coronaropatiche in età postmenopausale riduce il rischio di fibrillazione atriale del 55 percento. Oltre alle loro proprietà ipocolesterolemizzanti, le statine presentano anche proprietà...
transparent

mar132009

Predire la fibrillazione atriale

Una serie di fattori clinici, facilmente misurabili nella pratica di base, possono essere inseriti in un modello di valutazione del rischio in grado di predire il rischio di fibrillazione atriale (FA) nella popolazione generale. Analizzando i dati provenienti...
transparent

feb242009

Testosterone e fibrillazione nell’uomo

Cardiologia-aritmie La riduzione dei livelli di testosterone nell’uomo può aumentare il rischio di episodi isolati di fibrillazione atriale. Dato che questa aritmia è associata a significativi livelli di morbidità e mortalità,...
transparent

ott302008

QT lungo: cuore a rischio con beta-agonisti

Cardiologia-aritmie I pazienti asmatici con sindrome del QT lungo che vengono trattati con beta-2 agonisti per via inalatoria presentano un aumento del rischio di eventi cardiaci. Questo rischio viene mitigato dalla somministrazione di beta-bloccanti....
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community