Aritmia

dic92010

ROCKET-AF: Rivaroxaban raggiunge l’end point primario

I risultati preliminari dello studio ROCKET-AF indicano che il nuovo inibitore orale del fattore Xa, rivaroxaban, ha raggiunto il suo endpoint primario di efficacia: la non-inferiorità verso il warfarin nella profilassi dell’ictus da tutte le cause e...
transparent

dic22010

Maggiore rischio se la fibrillazione atriale è familiare

In caso di familiarità per fibrillazione atriale (Fa), vi è una maggiore probabilità di incorrere in un’aritmia di nuova insorgenza rispetto a soggetti senza parenti colpiti, e questa correlazione non si riduce dopo correzione per i tradizionali fattori...
transparent

nov232010

Variabilità pressoria, FA, stroke: una percorso non chiaro

Una aumentata variabilità della pressione sistolica (aPAS-Var) è associata ad un aumentato rischio di stroke, indipendentemente dalla PAS media. È dimostrato che i farmaci efficaci sulla aPAS-Var (calcioantagonisti e tiazidici) diminuiscono il rischio...
transparent

nov52010

La TAO è ampiamente sottoutilizzata per la prevenzione del rischio di ictus cardioembolico nei pazienti con fibrillazione atriale

Le conclusioni di una imponente revisione della letteratura apparsa sull’ultimo numero dell’American Journal of Medicine, pur in linea con quanto già noto, sono decisamente scoraggianti: “Questa revisione sistematica dimostra che...
transparent

nov52010

Betrixaban: nuovo inibitore del fattore Xa

Il trial di fase 2 EXPLORE-Xa, presentato il 15 marzo alle Scientific Session dell’American College of Cardiology (ACC) 2010, ha dimostrato che il betrixaban, nuovo inibitore del fattore Xa, nelle tre dosi 40, 60 e 80 mg, è sicuro e ben tollerato...
transparent

ott152010

Staminali derivate dai pazienti con sindrome del QT-lungo

Dai membri di una famiglia affetta da sindrome del QT-lungo sono state generate cellule staminali pluripotenti paziente-specifiche, indotte poi a differenziarsi in miociti cardiaci funzionanti. Tali cellule riassumevano le caratteristiche elettrofisiologiche...
transparent

set242010

L’uso protratto di antinfiammatori aumenta il rischio di Fa

L’uso dei farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans), così come quello degli antinfiammatori steroidei (Fas), è associato a un accresciuto rischio di fibrillazione atriale (Fa) cronica. Dato che il ricorso a farmaci antinfiammatori...
transparent

set222010

Monoterapia antiaggregante associata a minore rischio emorragico

Nei pazienti con fibrillazione atriale (Fa), che spesso necessitano di una terapia anticoagulante e antipiastrinica, il ricorso a una monoterapia è preferibile, in termini di sicurezza, rispetto a trattamenti basati su due o tre farmaci. Uno studio...
transparent

set212010

Dabigatran raccomandato per la fibrillazione atriale

Il Comitato consultivo della Food and drug administration (Fda) dedicato ai farmaci renali e cardiovascolari ha votato all’unanimità la raccomandazione di approvazione di dabigatran etexilato (Pradaxa) Boehringer Ingelheim con indicazione alla...
transparent

set172010

Prevenzione di ictus ed embolismo sistemico nella fibrillazione atriale: apixaban meglio dell’Asa

è stato interrotto anticipatamente per motivi etici il trial di fase 3 Averroes (Apixaban versus acetylsalicylic acid to prevent strokes) che ha posto a confronto apixaban, inibitore del fattore Xa, e acido acetilsalicilico (Asa) nella prevenzione...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community