Aritmia

mar212011

Un sartano non riduce i rischi cardiovascolari nella Fa

Trattando un paziente affetto da fibrillazione atriale (Fa) con un sartano non si riduce in modo significativo il suo rischio di ictus o di altri eventi vascolari. È l’esito dello studio Active I, condotto da Salim Yusuf , della McMaster university di...
transparent

feb252011

Fa: rischio ictus ridotto con apixaban

Nei pazienti con fibrillazione atriale non candidabili alla terapia con antagonisti della vitamina K come il warfarin, l’impiego di apixaban (inibitore del fattore Xa)  riduce il rischio di ictus o embolia sistemica in modo statisticamente superiore...
transparent

feb232011

Troponina I aumenta il rischio anche con minime elevazioni

I pazienti che, all’ammissione ospedaliera per fibrillazione atriale, mostrano livelli anche solo leggermente elevati di troponina I possono essere a maggiore rischio di morte per ogni causa ed eventi avversi maggiori cardiaci (Mace). La rilevazione di...
transparent

feb152011

Rischio di ictus in pazienti fibrillanti

La probabilità di stroke o tromboembolismo in pazienti con fibrillazione atriale associata a un punteggio per la stratificazione del rischio dipende dai fattori presi in considerazione dalla scala di valutazione. Lo si è visto con chiarezza nello studio...
transparent

feb92011

Troppo alcol e cresce il rischio di fibrillazione atriale

Le persone che regolarmente assumono grandi quantità di alcol hanno un rischio maggiore di sviluppare una fibrillazione atriale (Fa). Lo rivela una metanalisi condotta su 14 studi – per un totale di 130.820 partecipanti nordamericani ed europei, di cui...
transparent

feb92011

Arresto cardiaco: più chance se avviene in luogo pubblico

La quantità di arresti cardiaci extraospedalieri che si presentano con fibrillazione ventricolare iniziale o tachicardia ventricolare senza polso è molto superiore nei luoghi pubblici piuttosto che al domicilio del paziente, e il valore incrementale delle...
transparent

feb92011

Aggiornamento 2011 Linee Guida ACCF/AHA/HRS sulla FA: che cosa cambia

Questo aggiornamento compare a distanza di quasi 5 anni dalle LG precedenti (2006), allora pubblicate insieme alla Società Europea di Cardiologia. Dopo la recente riproposizione ESC, l’update ACCF/AHA/HRS riprende solo alcuni punti, sulla base dei principali...
transparent

gen262011

Dabigatran: efficacia e sicurezza nei pazienti con FA anche se precedentemente trattati con VKA

In una coorte di soggetti affetti da fibrillazione atriale Ezekowitz e collaboratori hanno valutato se vi fosse differenza di efficacia e safety nell’utilizzo del dabigatran in pazienti con precedente trattamento con antagonisti della Vitamina K (VKA)....
transparent

gen102011

Fibrillazione post by-pass si previene con beta-selettivi

Bisoprololo, beta-bloccante altamente selettivo sul recettore beta-1, è più efficace di carvedilolo, beta-bloccante meno selettivo, nel ridurre l’incidenza di fibrillazione atriale (Af) nei pazienti dimessi dopo intervento di by-pass aortocoronarico (Cabg)...
transparent

dic92010

Il controllo della TAO con gli home testing

Supportato dal Department of Veterans Affairs Cooperative Studies Program il gruppo di lavoro del THINRS (The Home INR Study) ha voluto verificare l’efficacia e la sicurezza del controllo domiciliare della TAO con l’utilizzo del ProTime Microcoagulation...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community