Aritmia

giu132011

Fa di nuova insorgenza nelle donne: rischio exitus

Nelle donne sane di mezza età, una fibrillazione atriale (Fa) di nuova insorgenza risulta associata in modo indipendente alla mortalità per tutte le cause, cardiovascolare (Cv) e non Cv, con qualche contributo all'aumentato rischio in parte spiegabile...
transparent

mag162011

Fibrillazione atriale tardiva nel setting riabilitativo italiano

Bisognerebbe sempre mantenere un alto grado di sospetto per una recidiva tardiva di fibrillazione atriale postoperatoria (Popaf) dopo la dimissione di un paziente da un'unità chirurgica, a causa sia del rischio causato dall'episodio, sia del basso effetto...
transparent

mag112011

Bifosfonati e Fibrillazione Atriale: non c’è conferma di aumentato rischio

Poichè vi sono state segnalazioni di un aumentato rischio di Fibrillazione Atriale (FA) nei pazienti in trattamento con bifosfonati, un gruppo di ricercatori del Department of Preventive Medicine di Seoul ha impostato una analisi retrospettiva di coorte...
transparent

mag112011

Dronedarone: altre conferme

In una analisi post-hoc dello studio ATHENA (A Placebo-Controlled, Double-Blind, Parallel Arm Trial to Assess the Efficacy of Dronedarone 400 mg b.i.d. for the Prevention of Cardiovascular Hospitalization or Death from Any Cause in Patients With...
transparent

apr272011

Farmaci antipsicotici atipici

È comparso recentemente un articolo sul BMJ in cui viene affrontato l’argomento dei farmaci antipsicotici. L’articolo si riferisce alla schizofrenia, ma offre lo spunto per trattare dei farmaci antipsicotici in genere. Considerato che l’Internista, pur...
transparent

apr272011

Irbesartan ed eventi cardiovascolari nei pazienti con FA: una speranza non mantenuta

L’ipotesi da cui sono partiti i ricercatori dello studio ACTIVE I, quella cioè che un farmaco bloccante del recettore dell’angiotensina potesse contribuire a ridurre i rischi di eventi cardiovascolari nei pazienti con FA, non è stata convalidata dai risultati...
transparent

apr142011

Fa: da controllare i fattori di rischio cardiovascolare

Oltre la metà dei casi di fibrillazione atriale potrebbe essere evitato attraverso un'ottimizzazione del controllo dei fattori di rischio cardiovascolare. È uno dei risultati che Rachel R. Huxley , della divisione di Epidemiologia e salute comunitaria...
transparent

apr122011

Impiego dell’apixaban nella fibrillazione atriale

Un altro anticoagulante orale si affaccia sulla scena della terapia antitrombotica nella fibrillazione atriale (FA). Si tratta dell’apixaban (A), un inibitore orale diretto e competitivo del fattore Xa. Tale farmaco alla dose di 2.5 mg due volte al dì...
transparent

apr62011

Le statine non prevengono la fibrillazione atriale

Il supposto effetto preventivo delle statine nei confronti della fibrillazione atriale, che sembrerebbe emergere da alcuni studi disegnati sul breve periodo, non appare confermato da una revisione complessiva delle evidenze, anche non pubblicate, provenienti...
transparent

mar222011

Apixaban: una alternativa alla TAO nei Pazienti con FA

Sostenuto da un finanziamento della Bristol-Myers Squibb e della Pfizer è stato realizzato uno studio randomizzato in doppio cieco allo scopo di verificare se il trattamento con apixaban - un inibitore del fattore Xa – fosse di efficacia superiore all’ASA...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community