Archivio per anno

dic12010

Antinfluenzale trivalente efficace anche nei più piccoli

Il vaccino antinfluenzale trivalente inattivato risulta efficace nella prevenzione dell'influenza nei bambini, compresi quelli con un'età inferiore a due anni. In base a questa osservazione Santtu Heinonen , del dipartimento di Pediatria dell’ospedale...
transparent

dic12010

In pensione anche fatica fisica, mentale e depressione

Il pensionamento non modifica il rischio di malattie croniche ma si associa a una sostanziale riduzione della fatica fisica e mentale e dei sintomi depressivi, soprattutto proprio tra le persone con malattie croniche. È questo il dato più interessante...
transparent

dic12010

Associazione bidirezionale tra depressione e diabete 2

Nuove evidenze supportano l'ipotesi che l'associazione tra diabete di tipo 2 e depressione sia bidirezionale. Il dato scaturisce da un'analisi condotta da An Pan della Harvard school of public health di Boston e collaboratori su un totale di 65.381...
transparent

dic12010

Inibitori di pompa protonica: basso rischio in gravidanza

L'impiego di inibitori della pompa protonica (Ppi) durante il primo trimestre di gravidanza non espone a un aumento significativo del rischio di difetti congeniti del bambino. È questo il risultato dello studio condotto da Bjorn Pasternak e Anders...
transparent

dic22010

Uso intensivo delle statine produce ulteriori benefici

Rispetto ai regimi standard, un uso più intenso delle statine produce, in modo sicuro, una più spiccata riduzione della colesterolemia-Ldl (c-Ldl); a ciò si associa un’ulteriore diminuzione di incidenza di attacchi cardiaci, rivascolarizzazioni e ictus...
transparent

dic22010

Maggiore rischio se la fibrillazione atriale è familiare

In caso di familiarità per fibrillazione atriale (Fa), vi è una maggiore probabilità di incorrere in un’aritmia di nuova insorgenza rispetto a soggetti senza parenti colpiti, e questa correlazione non si riduce dopo correzione per i tradizionali fattori...
transparent

dic22010

Le vitamine C ed E non riducono il rischio di cataratta

Non emerge alcuna ragione scientificamente provata che giustifichi l’assunzione a lungo termine di vitamine E e C per la prevenzione della cataratta correlata all'età. È questo il dato che scaturisce da uno studio randomizzato, placebo-controllato, condotto...
transparent

dic22010

Ca mammario, nuovi scenari per la radioterapia

Una tecnica radioterapica messa a punto in un programma di ricerca dell’Istituto oncologico europeo (Ieo) ha permesso di sottoporre donne con carcinoma mammario a radioterapia durante l’intervento chirurgico, con risultati di sopravvivenza a 5 anni del...
transparent

dic32010

Sostituzione valvolare aortica transcatetere più valida

Nei pazienti con grave stenosi aortica e ridotta funzione sistolica ventricolare sinistra, la sostituzione valvolare transcatetere (Tavi), rispetto a quella tradizionale chirurgica (Savr), si associa a un migliore recupero della frazione d’eiezione (Lvef);...
transparent

dic32010

I diuretici sono i più efficaci per prevenire lo scompenso

Nella prevenzione dello scompenso cardiaco la classe di farmaci più efficace è quella dei diuretici, seguita dagli inibitori del sistema renina-angiotensina. Questi agenti dovrebbero dunque costituire la prima linea di intervento nell’ambito di una strategia...
transparent
transparenttransparent
transparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community