Archivio Diabetologia33

nov192018

Al vaglio l’ipotesi di sfruttare la disfunzione erettile per meglio diagnosticare il diabete di tipo 2

In un nuovo studio basato sulla popolazione pubblicato su Diabetic Medicine, è emerso che la disfunzione erettile è più comune negli uomini con diabete di tipo 2 rispetto ai controlli non diabetici, e potrebbe essere sfruttata per...
transparent

nov192018

Rischio cardiovascolare nel diabete di tipo 2: coagulopatie e molecole infiammatorie le probabili cause principali

Secondo uno studio pubblicato su Cardiovascular Diabetology, vi sono prove concrete che indicano che gli stati patologici delle piastrine insieme alla fibrina amiloide presenti nei pazienti con diabete di tipo 2 potrebbero essere alla base dell'aumento...
transparent

nov192018

Nasce un nuovo termine destinato a esprimere il concetto di emoglobina glicata stimata

Glucose Management Indicator (GMI) è il nuovo termine destinato a esprimere il concetto di emoglobina glicata stimata (eA1c), una misura che converte la glicemia media misurata con il monitoraggio in continuo della glicemia (CGM) in un valore stimato...
transparent

nov192018

Curare la parodontite migliora il diabete e le sue complicanze

La parodontite è una malattia causata da un disbiosi della microflora orale associata ad una risposta infiammatoria, indotta dall'accumulo di batteri sulla superficie del dente, non solo limitata alla cavità orale ma anche sistemica. Il...
transparent

nov192018

Rewind, risultati preliminari: dulaglutide, primo analogo del GLP-1 efficace in prevenzione primaria CV

Si è appena concluso, in pazienti con diabete di tipo 2, uno studio di outcome cardiovascolare (CV) - denominato "REWIND" e condotto con dulaglutide, un agonista del recettore del GLP-1 - di cui è stato rilasciato un comunicato con alcuni...
transparent

nov192018

Grazie agli Annali AMD individuati i fattori di rischio per switch da antidiabetici orali a insulinoterapia

Un ampio studio italiano di recente pubblicazione sul "Journal of Diabetes Research" ha individuato alcuni parametri predittivi per il passaggio entro 5 anni da una terapia antidiabetica orale a una terapia insulinica. Abbiamo chiesto una descrizione...
transparent

nov52018

Prevenzione cardiovascolare primaria e ASA per i pazienti diabetici: necessario bilanciare rischi e benefici

L'assunzione di ASA (Acido Acetil Salicilico) è utile nel prevenire gravi eventi vascolari in persone con diabete senza malattia cardiovascolare evidente, ma causa anche un maggior numero di eventi importanti di sanguinamento, secondo uno studio...
transparent

nov52018

Diabete, carboidrati, grassi e proteine: è difficile capire come agiscano realmente sul controllo

Secondo uno studio pubblicato su Diabetic Medicine, è difficile formulare linee guida per i diabetici basate sugli alimenti a partire da studi sui macronutrienti, e l'educazione dei pazienti dovrebbe mirare ad aiutare le persone a scoprire un approccio...
transparent

nov52018

Rimpiazzare la dieta con pasti sostitutivi è un modo sicuro ed efficace per perdere peso

Sostituire il cibo con una dieta a base di zuppe, frullati e barrette energetiche ad hoc sembrerebbe un modo sicuro ed efficace per trattare l'obesità anche nell'ambito delle cure primarie, almeno secondo quanto conclude uno studio firmato da ...
transparent

nov52018

Con o senza diabete, la glicemia può predire il rischio cardiovascolare nel postoperatorio non cardiaco

Secondo lo studio GlucoVision appena pubblicato su Lancet Diabetes & Endocrinology, livelli elevati di glicemia misurati casualmente o a digiuno prima di un intervento chirurgico non cardiaco possono predire il rischio di lesioni miocardiche e di...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community