Archivio Cardiologia33

apr12022

L’uso di un surrogato del sale a basso contenuto di sodio riduce il rischio cardiovascolare e la mortalità

I risultati del Salt Substitute and Stroke Study (SSaSS) sulla valutazione di un sostituto del sale a basso contenuto di sodio per ridurre il rischio di ictus ed eventi cardiovascolari dimostrano per il prodotto in studio una probabilità del 95%...
transparent

apr12022

Rischio cardiovascolare nelle donne, la mammografia può offrire un prezioso aiuto nella stima

Uno studio su Circulation: Cardiovascular Imaging rileva che le donne con calcificazioni all'interno delle arterie mammarie hanno un rischio maggiore di malattie cardiache e ictus rispetto alle coetanee senza calcificazioni. «Questi risultati suggeriscono...
transparent

apr12022

Ipertensione, innalzamento brusco quando ci si mette in piedi e rischi connessi

In studio pubblicato su Hypertension, le persone ipertese giovani e di mezza età che presentavano un innalzamento della pressione sistolica di oltre 6,5 mm Hg quando partendo da stesi si mettevano in una posizione eretta, avevano un rischio aumentato...
transparent

apr12022

Covid-19, ecco come gestire le sequele cardiovascolari. Il documento Acc

L'American College of Cardiology ha pubblicato un documento sulla valutazione e la gestione degli adulti che in seguito all'infezione da SARS-CoV-2 sono colpiti da sequele cardiovascolari. In particolare, l' expert consensus decision pathway , pubblicato...
transparent

mar182022

Arresto cardiaco ospedaliero, nei pazienti con Covid-19 la sopravvivenza scende

Dopo un arresto cardiaco in ospedale la prognosi dei pazienti con COVID-19 è peggiore di quella dei pazienti non infetti, secondo uno studio statunitense a livello nazionale coordinato da Saket Girotra del Carver College of Medicine all'Università...
transparent

mar182022

Vaccini a mRna anti-Covid-19, i risultati del monitoraggio della sicurezza

Sono in genere lievi e di breve durata gli effetti avversi dei vaccini mRNA per il COVID-19, secondo i risultati di un ampio studio sulla somministrazione di quasi 300 milioni di dosi appena pubblicato su The Lancet Infectious Diseases. «A dicembre 2020...
transparent

mar182022

Possibile riduzione di prasugrel, anche dopo un intervento coronarico percutaneo complesso

Uno studio ha analizzato l'efficacia e la sicurezza di una terapia di de-escalation della dose del farmaco prasugrel in pazienti che erano stati sottoposti a un intervento coronarico percutaneo (PCI) complesso a seguito di una sindrome coronarica acuta....
transparent

mar182022

Malattia cardiaca, in giovane età rischio più alto per chi soffre di malattie mentali gravi

Le persone con una diagnosi di disturbo bipolare, schizofrenia o disturbo schizo-affettivo potrebbero avere, rispetto a chi non ne soffre, un rischio più alto di malattia cardiovascolare in giovane età. A dirlo è un nuovo studio pubblicato...
transparent

mar42022

La riproduzione assistita si associa a un maggior rischio cardiovascolare

Le donne che utilizzano la tecnologia di riproduzione assistita (ART) rischiano maggiori complicanze non solo vascolari come ipertensione e diabete, ma anche legate alla gravidanza, per esempio distacco della placenta, taglio cesareo e parto pretermine....
transparent

mar42022

Endocardite, tecnica innovativa in grado di ridurre fortemente la mortalità. Lo studio italiano

In caso di endocardite su protesi valvolare (PVE Prosthetic valve endocarditis), un intervento chirurgico tempestivo può essere essenziale, perché la terapia antibiotica da sola risulta spesso inadeguata ad arrestare l'effetto distruttivo...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi