Apnea da sonno ostruttiva

Apnea del sonno, maschere Cpap possono aiutare i pazienti con forma lieve

dic62019

Apnea del sonno, maschere Cpap possono aiutare i pazienti con forma lieve

Una maschera per la ventilazione meccanica a pressione positiva continua ( Cpap ) da indossare la notte potrebbe essere utile per migliorare i livelli di energia e la vitalità nelle persone che soffrono di apnea notturna in maniera lieve,...
transparent
Apnea ostruttiva del sonno, sale il rischio di complicanze cardiovascolari dopo chirurgia non cardiaca

mag212019

Apnea ostruttiva del sonno, sale il rischio di complicanze cardiovascolari dopo chirurgia non cardiaca

Secondo uno studio pubblicato su JAMA, le persone sottoposte a un intervento chirurgico maggiore non cardiaco e che hanno una grave apnea ostruttiva del sonno non diagnosticata potrebbero essere a maggior rischio di eventi cardiovascolari dopo l'intervento....
transparent
Le apnee notturne si associano a un aumento del rischio di Alzheimer

nov162017

Le apnee notturne si associano a un aumento del rischio di Alzheimer

Secondo uno studio pubblicato sull'American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine, l'apnea ostruttiva del sonno può avere un ruolo nell'accumulo cerebrale di amiloide, aumentando il rischio di malattia di Alzheimer. «Ricerche precedenti...
transparent

mar272017

Apnee ostruttive del sonno, pubblicate le linee guida Usa

Sono state appena pubblicate sul Journal of Clinical Sleep Medicine le nuove linee guida di pratica clinica per la diagnosi di apnea ostruttiva del sonno (Osa) negli adulti, scritta dagli esperti dell'American Academy of Sleep Medicine (Aasm), primo autore...
transparent
Apnea ostruttiva, trattamento con Mad non efficace sui fattori di rischio cardiovascolari

feb12017

Apnea ostruttiva, trattamento con Mad non efficace sui fattori di rischio cardiovascolari

Due mesi di terapia con dispositivo per l'avanzamento mandibolare (Mad) sono efficaci nel migliorare la gravità dell'apnea del sonno ostruttiva (Osa) e i sintomi ad essa correlati, ma non sembrano avere effetto sulla funzione endoteliale e sulla...
transparent
Adulti asintomatici e apnee notturne: insufficienti le prove sull’efficacia dello screening

gen252017

Adulti asintomatici e apnee notturne: insufficienti le prove sull’efficacia dello screening

Secondo un documento dell'U.S. Preventive Services Task Force (Uspstf) appena pubblicato su Jama l'evidenza attuale non è sufficiente per valutare appieno rischi e benefici dello screening per l'apnea ostruttiva del sonno (Osa) negli adulti asintomatici....
transparent
Giornata mondiale sonno, apnee notturne poco conosciute dai medici

mar172016

Giornata mondiale sonno, apnee notturne poco conosciute dai medici

I medici hanno scarsa conoscenza delle apnee notturne eppure i costi sanitari dovuti alla ritardata diagnosi stimati intorno ai 2,9 miliardi di euro. Il dato emerge da un'indagine Philips condotta da Philips in collaborazione con Edra in occasione della...
transparent
Nuova luce sui meccanismi che legano l’apnea del sonno al rischio cardiovascolare

gen132016

Nuova luce sui meccanismi che legano l’apnea del sonno al rischio cardiovascolare

La localizzazione non corretta della proteina CD59 rappresenta uno dei meccanismi alla base dell'aumentato rischio cardiovascolare in chi soffre di apnee ostruttive del sonno e le statine possono avere un effetto positivo in questo contesto. È quanto...
transparent
Pressione positiva e avanzamento mandibolare abbassano la pressione dei pazienti con apnee notturne

dic22015

Pressione positiva e avanzamento mandibolare abbassano la pressione dei pazienti con apnee notturne

Nella sindrome delle apnee notturne ostruttive (Osa) il trattamento con pressione positiva continua (Cpap) e con dispositivi di avanzamento mandibolare (Mad) portano entrambi a una riduzione della pressione sistolica e diastolica, secondo uno studio su...
transparent
L’avanzamento maxillo-mandibolare è efficace nelle apnee notturne

nov272015

L’avanzamento maxillo-mandibolare è efficace nelle apnee notturne

Secondo uno studio pubblicato su Jama Otolaryngology-Head & Neck Surgery, i pazienti con apnee ostruttive del sonno più gravi hanno le maggiori probabilità di trarre beneficio dall'avanzamento maxillo-mandibolare. La tecnica chirurgica,...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community