Antitrombine

dic12017

L’associazione rivaroxaban-aspirina è efficace nella terapia antitrombotica dell’arteriopatia periferica

Nei pazienti con arteriopatia periferica o stenosi carotidea la somministrazione di rivaroxaban 2,5 mg due volte al giorno più aspirina 100 mg in unica somministrazione riduce in modo significativo sia il rischio di amputazioni maggiori sia quello...
transparent
Fans aumentano rischio di sanguinamento negli infartuati in terapia antitrombotica

feb252015

Fans aumentano rischio di sanguinamento negli infartuati in terapia antitrombotica

Nei pazienti in terapia antitrombotica dopo un attacco di cuore, l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans) si associa a un aumentato rischio emorragico, di eventi cerebrovascolari acuti e morte cardiovascolare anche dopo un trattamento a breve...
transparent
Uno studio su Circulation conferma l’efficacia di dabigatran

nov262014

Uno studio su Circulation conferma l’efficacia di dabigatran

Nei pazienti anziani con fibrillazione atriale (Fa) non valvolare, la somministrazione di dabigatran rispetto al warfarin riduce il rischio di morte nonché le probabilità di ictus ischemico e sanguinamento intracranico, aumentando tuttavia la frequenza...
transparent
Edoxaban nel Tev, rispetto a warfarin pari efficacia ma sicurezza superiore

set32013

Edoxaban nel Tev, rispetto a warfarin pari efficacia ma sicurezza superiore

Nel trattamento del tromboembolismo venoso (Tev), edoxaban - inibitore del fattore Xa della coagulazione per os once a day - ha dimostrato pari efficacia e maggiore sicurezza rispetto alla terapia standard con warfarin. È l’esito del trial Hokusai-Tev,...
transparent

ott112011

Identificato un possibile antidoto per il Rivaroxaban

I Nuovi Anticoagulanti Orali (NAO) - inibitori diretti della trombina o del fattore Xa - hanno mostrato promettenti risultati: possono infatti essere prescritti in dosi fisse senza monitoraggio dei parametri emocoagulativi. Finora nessuno studio sull'uomo...
transparent

lug92007

Migliora l'atriale con l'antitrombotico

Aritmie Rispetto al sottotrattamento, il trattamento antitrombotico aderente alle linee guida porta ad un miglioramento degli esiti nei pazienti ad alto rischio con fibrillazione atriale. I risultati del presente studio sottolineano l’importanza...
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi