Antireumatici

mar232012

Asa e altri Fans riducono il rischio di tumori all’esofago

Esiste un’associazione inversa tra l’utilizzo di farmaci antinfiammatori non steroidei e il rischio di adenocarcinoma dell’esofago. L’analisi combinata di un team americano suggerisce un possibile ruolo dei Fans nella prevenzione di questo tipo di tumore
transparent

feb32012

Efficaci i Fans nel dolore postoperatorio pediatrico

Nei bambini la somministrazione perioperatoria di Fans riduce il consumo di oppiacei e, in fase postoperatoria, la nausea e il vomito post-operatori (Ponv). La conferma a un dato finora controverso viene da una nuova meta-analisi  condotta in Francia...
transparent

gen252012

Dermatite atopica in pediatria, nuovo trattamento in sperimentazione

Uno studio statunitense ha preso in esame l’efficacia di un trattamento non steroideo della malattia cutanea. Dopo tre settimane di trattamento i risultati sono stati buoni nel 58% dei casi, con prurito ridotto e qualità di vita migliorata
transparent

ott242011

Ema revisiona sicurezza degli Arb e dei Fans non selettivi

Mentre per i Fans non selettiviè in fase di riesame il rischio cardiovascolare, considerato basso da un parere del 2006, per gli Arb l’evidenza non dimostra alcun aumento del rischio di neoplasia
transparent

ott32011

Aifa: rischio cardiovascolare dei Fans è già evidenziato

In una nota si fa presente che che il Riassunto delle caratteristiche del prodotto e il foglio illustrativo di questi farmaci contengono già chiare informazioni in merito ai rischi di ictus e di attacco cardiaco
transparent

set232011

Spesso inadeguata la gastroprotezione per Fans in medicina generale

In medicina generale si registra un alto tasso di impiego inappropriato della gastroprotezione per i farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans). È quanto emerge da uno studio trasversale condotto da gastroenterologi del Nuovo Regina Margherita di Roma...
transparent

set142011

Non c’è pace per i Fans

Una nuova analisi post hoc dello studio INVEST (International Verapamil-Trandolapril Study) pubblicata nel numero di luglio del American Journal of Medicine ha dimostrato che nei pazienti più anziani con ipertensione e malattia coronarica l’utilizzo cronico...
transparent

lug272011

FANS come fattore di rischio di fibrillazione atriale

L’uso di FANS può aumentare il rischio di fibrillazione (FA) o flutter (FL. A) atriali, soprattutto attraverso i loro effetti sul rene (ritenzione di liquidi, alterazioni elettrolitiche, destabilizzazione della pressione arteriosa), ma le evidenze sono...
transparent

lug192011

Rischio fibrillazione atriale e flutter da Fans e Cox-2 inibitori

Farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans) di comune prescrizione, siano essi non selettivi tradizionali o inibitori della Cox-2, possono aumentare il rischio di fibrillazione atriale o flutter, soprattutto fra i nuovi utilizzatori. Lo suggerisce uno...
transparent

giu272011

I FANS nel post-IMA

Negli ultimi tempi c’è stata una crescente attenzione al maggior rischio cardiovascolare (CVR) associato all’utilizzo dei FANS, specialmente in pazienti con malattia cardiovascolare stabiliz-zata, e questo vale sia per gli inibitori selettivi della ciclossigenasi...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>