Anticoagulanti

nov232015

Scoperto un antidoto per i nuovi anticoagulanti orali

Annexa-A e Annexa-R, dove A sta per apixaban e R per rivaroxaban sono i nomi dei due studi appena pubblicati sul New England Journal of Medicine che descrivono il successo di andexanet-alfa, un antidoto che inverte in pochi minuti gli effetti dei due...
transparent
L’Fda approva l’idarucizumab, antidoto selettivo per il dabigatran etexilato

ott202015

L’Fda approva l’idarucizumab, antidoto selettivo per il dabigatran etexilato

L'Fda (Food and drug administration) ha approvato con procedura accelerata l'utilizzo di idarucizumab, un farmaco in grado di inattivare selettivamente l'azione dell'anticoagulante orale dabigatran etexilato. L'ente regolatorio statunitense ha concesso...
transparent

set182015

Dall’Esc nuove conferme sui nuovi anticoagulanti orali

Dall'Esc nuove conferme di efficacia e sicurezza per rivaroxaban nella prevenzione dell'ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare. I nuovi dati, i primi relativi all'impego di uno di questi farmaci nella vita reale, arrivano da Xantus,...
transparent

set142015

Noduli tiroidei, non indispensabile la sospensione dei nuovi anticoagulanti orali prima di agoaspirato ecoguidato

La patologia nodulare della tiroide aumenta progressivamente con il passare delle decadi (1) e molti pazienti presentano comorbilità che rendono necessarie talvolta terapie antitrombotiche o anticoagulanti. La sospensione di queste ultime, effettuata...
transparent

lug172015

Cardiostim 2015, Milano: possibili future indicazioni dei nuovi anticoagulanti orali

Per la prevenzione dell'ictus da fibrillazione atriale (Af) non valvolare, e altre indicazioni, «gli anticoagulanti orali non antagonisti della vitamina K (Noac) sono ampiamente utilizzati in Europa. Non solo, il loro utilizzo clinico è in aumento,...
transparent

lug132015

Nell’embolia polmonare spontanea la terapia anticoagulante orale va prolungata

Tra i pazienti con un primo episodio di embolia polmonare spontanea in terapia anticoagulante orale (Tao) da sei mesi, ulteriori 18 mesi di trattamento con warfarin riducono il rischio di ulteriori episodi, con un effetto che sfuma dopo l'interruzione...
transparent
Effetti anticoagulanti di Dabigatran, arriva l’antidoto

giu292015

Effetti anticoagulanti di Dabigatran, arriva l’antidoto

Idarucizumab, un frammento di anticorpo monoclonale, è in grado di invertire in modo rapido e completo gli effetti anticoagulanti del dabigatran, secondo i risultati di uno studio di fase III appena pubblicato sul New England Journal of Medicine,...
transparent
Congresso Anmco: focus sui vantaggi dei nuovi anticoagulanti orali

giu82015

Congresso Anmco: focus sui vantaggi dei nuovi anticoagulanti orali

Nel trattamento dei pazienti con fibrillazione atriale (Af) o embolia polmonare al fine di prevenire ictus e recidive di tromboembolia venosa (Tev), i nuovi anticoagulanti orali (Noac) presentano molti vantaggi rispetto al warfarin: finestra terapeutica...
transparent
Terapia anticoagulante a ponte: rischiosa e poco utile

mag272015

Terapia anticoagulante a ponte: rischiosa e poco utile

Durante le procedure invasive nei pazienti in trattamento anticoagulante per tromboembolismo venoso la terapia anticoagulante a ponte con farmaci parenterali non solo si associa a un aumentato rischio di sanguinamento, ma nella maggior parte dei casi...
transparent

mag112015

Embolia polmonare acuta: il filtro cavale in aggiunta alla Tao non riduce mortalità e rischio di recidiva

Tra i ricoverati con embolia polmonare l'uso di un filtro cavale temporaneo associato alla terapia anticoagulante orale (Tao), rispetto a quest'ultima da sola, non riduce né la mortalità né il rischio di embolia polmonare ricorrente....
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community