Anticoagulanti

mar92011

Prevenzione del TEV dopo chirurgia ortopedica elettiva: Rivaroxaban in alternativa alla LMWH

È stato di recente pubblicato sul Journal of Clinical Pharmacy and Therapeutics un primo confronto di efficacia e sicurezza – sia pure indiretto - fra dabigatran e rivaroxaban nella prevenzione del tromboembolismo venoso (TEV) in chirurgia ortopedica...
transparent

feb32011

Aumento di mortalità nei traumatizzati già in terapia con warfarin

L'impiego di warfarin nei pazienti traumatizzati è una strategia comune la cui prevalenza è aumentata di anno in anno a partire dal 2002, ma il suo uso si è rivelato un potente marker del rischio di mortalità. Il dato emerge da un'analisi della National...
transparent

nov52010

Somministrazione antiaggreganti dopo stent coronarico

Supportato da un grant della the Cardiovascular Research Foundation of South Korea and the Korea Health 21 Research and Development Project e del Ministry of Health and Welfare, alcuni colleghi del Department of Cardiology della University of Ulsan ,...
transparent

set222010

Monoterapia antiaggregante associata a minore rischio emorragico

Nei pazienti con fibrillazione atriale (Fa), che spesso necessitano di una terapia anticoagulante e antipiastrinica, il ricorso a una monoterapia è preferibile, in termini di sicurezza, rispetto a trattamenti basati su due o tre farmaci. Uno studio...
transparent

giu112010

Anticoagulazione precoce per embolia polmonare acuta

Cardiologia Nei pazienti colpiti da embolia polmonare acuta (Pe) si riscontra un’associazione lineare tra precocità di somministrazione della terapia anticoagulante e ridotta mortalità. è la conclusione di una ricerca condotta alla...
transparent

ott152008

PCI elettivo possibile senza anticoagulazione

Cardiologia-cardiopatia ischemica I pazienti a basso rischio con lesioni non complicate possono essere sottoposti a PCI elettivo in sicurezza applicando una duplice terapia antipiastrinica senza anticoagulazione sistemica. L’uso di questa strategia...
transparent

set182008

Recidiva delle trombosi venose profonde

Ematologia-coagulopatie L’assenza di trombosi venosa residuale a seguito di un primo episodio di trombosi venosa profonda è un affidabile indicatore dei pazienti che possono sospendere in sicurezza la terapia anticoagulante. I pazienti in cui...
transparent

set72008

Fibrillazione e ictus: manca l’anticoagulazione

Cardiologia-aritmie Fra i pazienti ad alto rischio con fibrillazione atriale ricoverati in ospedale per ictus, la maggior parte non assume alcuna terapia anticoagulante e non risulta in range subterapeutico per quest’ultima. Ciò dovrebbe incoraggiare...
transparent

apr72008

Anticoagulante rischiosi nella chirurgia di anca e ginocchio

Reumatologia-artrosi e malattie degenerative La revisione di studi sulla profilassi anticoagulante a seguito di un’artroplastica di anca e ginocchio ha rivelato che non solo questi agenti non riescono a prevenire completamente l’embolia polmonare,...
transparent

gen212008

Un gene predispone ai trombi venosi cerebrali

Neurologia-vasculopatie cerebrali E’ stata rinvenuta una variante di un gene, precedentemente connesso alla trombosi venosa periferica, che può aumentare anche il rischio di trombosi venosa cerebrale: questa variante, a carico del gene C46T...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community