Angioplastica

set162016

L’Istituto clinico città studi di Milano tra i primi a impiantare un nuovo stent bioriassorbibile

Il primo intervento di impianto in Italia dell'innovativo stent Magmaris con scaffold a dissolvimento naturale (bioriassorbibile) è avvenuto nel giugno 2016 presso la Divisione di Cardiologia dell'Istituto Clinico Città studi di Milano,...
transparent

ott292015

Giovani donne con Stemi: la rivascolarizzazione è meno frequente che negli uomini

Le giovani donne colpite da Stemi, l'infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto St, non solo hanno meno probabilità di essere trattate con angioplastica e stent rispetto ai coetanei maschi, ma hanno anche degenze più lunghe e tassi...
transparent
Durante un’angioplastica la trombectomia non va usata di routine

mar242015

Durante un’angioplastica la trombectomia non va usata di routine

L'uso routinario della trombectomia manuale durante un intervento coronarico percutaneo non riduce il rischio di morte cardiovascolare, infarto del miocardio o insufficienza cardiaca rispetto all'intervento coronarico percutaneo senza trombectomia. È...
transparent

mar192015

Pci negli infartuati, miglior prognosi con bivalirudina rispetto a eparina

Tra i pazienti colpiti da infarto cardiaco sottoposti a un intervento coronarico percutaneo (Pci), come lo stent o l'angioplastica, la bivalirudina somministrata come anticoagulante dopo l'operazione determina una riduzione degli eventi avversi emorragici...
transparent
Meno trombosi tardive con gli stent medicati di nuova generazione

lug92014

Meno trombosi tardive con gli stent medicati di nuova generazione

I risultati di un ampio studio di coorte pubblicato sul Journal of american college of cardiology forniscono rassicurazioni circa la sicurezza a lungo termine degli stent a rilascio di farmaco di nuova generazione nei pazienti con infarto miocardico acuto...
transparent

set182013

Infarto cardiaco: la tempestività delle cure non salva più vite

La mortalità per attacco cardiaco è rimasta invariata, nonostante il consistente aumento di tempestività del trattamento con angioplastica coronaria d'emergenza. Si conclude così, in sintesi, uno studio pubblicato sul New England journal of medicine...
transparent

giu172013

Parte dal polso la strada per il cuore

Disostruire le coronarie partendo dall’arteria radiale riduce le complicanze emorragiche rispetto al tradizionale percorso inguinale, almeno secondo uno studio dell’American heart association pubblicato sulla rivista Circulation. «La procedura si chiama...
transparent

giu42012

Infarto, efficacia del palloncino dipende dalla tempestività

Un breve intervallo di tempo tra l’insorgenza dell'infarto e l’applicazione del palloncino (onset to balloon time) è associato a un esito clinico migliorativo di tre anni nei pazienti con infarto miocardico acuto con sopraslivellamento del tratto St...
transparent

mag232011

Pci diurna e notturna nella rete Ima dell'Emilia-Romagna

Quando un intervento coronarico percutaneo primario (Pci) viene eseguito nell'ambito di un network efficiente espressamente dedicato alla riperfusione nei casi di infarto miocardico con sovraslivellamento ST (Stemi), l'efficacia clinica dell'intervento...
transparent

apr62011

Un po’ più di sollievo dall'angina dopo un by-pass

Tra i pazienti con malattia dei tre vasi o dell'arteria coronaria principale sinistra, si ha sollievo maggiore dall'angina dopo by-pass aorto-coronarico (Cabg) che in seguito a intervento percutaneo (Pci) a distanza di 6 e 12 mesi; e ciò non soltanto...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community