Angiografia coronarica

nov272017

Dolore toracico: esami non invasivi al pronto soccorso potrebbero essere inutili

L'esecuzione di esami non invasivi per il dolore toracico acuto eseguiti al pronto soccorso è stata associata a soggiorni ospedalieri più lunghi, ma non ha portato a un risultato clinico migliore, secondo uno studio retrospettivo pubblicato...
transparent
L’angiografia coronarica può ridurre la mortalità nei pazienti con angina instabile

mag82017

L’angiografia coronarica può ridurre la mortalità nei pazienti con angina instabile

L'esecuzione di un'angiografia coronarica eÌ associata a un rischio ridotto di mortalità nei pazienti ricoverati in ospedale con angina instabile, secondo uno studio retrospettivo pubblicato su Annals of Internal Medicine. Le attuali linee guida...
transparent

set182015

Angina postinfartuale: con o senza pregressa ostruzione coronarica la gravità dei sintomi è la stessa

Dopo un infarto miocardico acuto (Ima) i pazienti senza storia passata di malattia coronarica (Cad) hanno sintomi di gravità sovrapponibile ai coetanei con pregressa CAD, in base ai risultati di uno studio pubblicato online su Quality of Care and...
transparent
Dolore toracico, angiografia coronarica con Tc non è inferiore ai test funzionali

mar232015

Dolore toracico, angiografia coronarica con Tc non è inferiore ai test funzionali

Nel dolore toracico l'angiografia coronarica con Tc non è inferiore ai test funzionali in termini diagnostici. Nei pazienti con dolore toracico, una valutazione iniziale con l'angiografia coronarica con tomografia computerizzata non modifica i...
transparent
Screening coronarie a tutti i 50enni con Angio-Tc non è giustificato

lug242014

Screening coronarie a tutti i 50enni con Angio-Tc non è giustificato

Lo screening per le coronaropatie (Cad), svolto con angiografia coronarica in tomografia computerizzata (angio-Tc), in tutti coloro che hanno 50 anni non è attualmente giustificato. È quanto è emerso da un dibattito sul tema a San Diego (Usa) durante...
transparent

mag192014

Valutazione delle placche a rischio: l’angio-Tc coronarica promette bene

L’angiografia coronarica con tomografia computerizzata (Ccta) è utile nell’identificare le placche aterosclerotiche a rischio di rottura? Certo che sì, secondo Pál Maurovich-Horvat della Semmelweis university di Budapest in Ungheria, coordinatore di...
transparent

mag82012

AngioTC coronarica: alto potere predittivo negativo per escludere una SCA (nei pazienti con dolore toracico a basso rischio di SCA)

In una organizzazione sanitaria ideale, dovrebbe essere valutata con attenzione la proposta che deriva dalle conclusioni di un recentissimo lavoro circa l’ alto potere predittivo negativo per la rilevazione di patologia coronarica che un’angioTC coronarica...
transparent

apr302012

Sospetta sindrome coronarica: con angioTac dimissioni più sicure

Nei reparti di emergenza - dove è elevato il numero di ricoveri per sospette sindromi coronariche - l'impiego dell'angioTac, dall'alto potere predittivo negativo, nei soggetti a basso-medio rischio aumenta le dimissioni sicure. La strategia, messa...
transparent

dic192011

Lo score Cac non aggiunge informazioni prognostiche all'angioTc

Nei pazienti sintomatici con un punteggio Cac (calcificazione coronarica) pari a 0 che vengono avviati all'esecuzione di un'angioTc, è possibile riscontrare una coronaropatia ostruttiva associata a un aumento di eventi cardiovascolari. Dunque lo score...
transparent

set262011

Rischio coronarografico, calcolo più affidabile con l'HbA1c

La più recente definizione di diabete, stabilita dall'American Diabetes Association (Ada) nel 2010 – secondo cui, per porre la diagnosi, è necessario non solo il rilevamento di una glicemia a digiuno =/>126 mg/dl e/o di una glicemia da carico =/>200...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>