Adulto

gen112012

Serve abbassare il colesterolo nel grande anziano?

Un lavoro pubblicato a novembre da un gruppo di ricercatori olandesi sul J Am Geriatr Soc ha riscontrato che livelli alti di colesterolo e di non-HDLc  sono associati con un più basso rischio di mortalità non cardiovascolare e totale. Ciò vale soprattutto...
transparent

dic132011

Un caso clinico: mai troppo vecchi

Una vedova di 75 anni presenta una storia di demenza progressiva nell’arco di sei mesi. I sintomi sono caratterizzati da andatura aprassica, declino cognitivo variabile e comparsa di incontinenza sfinterica. L’anamnesi è completamente negativa per patologie...
transparent

nov262011

Spesa sanitaria, nel 2050 sarà il 9,7% del Pil

Nel 2050 la spesa sanitaria pubblica supererà i 280 milioni di euro, per un rapporto rispetto al Pil pari al 9,7%. È la stima che arriva dal Rapporto Meridiano sanità 2011, l’analisi di European House Ambrosetti sulle dinamiche economiche del Ssn. Per...
transparent

nov212011

Anziani con poca vit D e alto Pth rischio di morte improvvisa

La combinazione di bassi livelli di vitamina D (25-OHD) e di elevate concentrazioni di paratormone (Pth) risulta associata in modo indipendente a morte cardiaca improvvisa (Scd) tra gli adulti anziani anche senza malattie cardiovascolari. Lo rivela uno...
transparent

nov92011

Integratori alimentari e mortalità nelle donne anziane

Negli Stati Uniti e in Europa l’assunzione di integratori alimentari è aumentata in modo significativo negli ultimi anni. Spesso l’obiettivo dei consumatori è la prevenzione di patologie croniche, tuttavia permangono numerose lacune sulle conseguenze...
transparent

nov82011

Integratori multivitaminici e sali minerali: utili o dannosi?

Nell’immaginario collettivo, l’utilizzo degli “integratori” multivitaminici o di una supplementazione con i sali minerali si dovrebbe accompagnare ad un miglioramento quali-quantitativo della spettanza di vita. Nonostante questa diffusa convinzione,...
transparent

ott282011

Fratture ostoporotiche d'anca nei giovani diabetici e alcolisti

Le fratture osteoporotiche del collo del femore (Ohf) non interessano solo gli anziani, e il loro studio in soggetti più giovani permette di identficare profili demografici peculari e comorbilità associate la cui conoscenza è utile ai fini della prevenzione....
transparent

ott92011

Anziani, rischio declino cognitivo e depressione da Fa

La fibrillazione atriale (Fa) non soltanto è associata al rischio di sviluppare declino cognitivo nell'anziano, ma può anche essere considerata come un fattore di rischio per demenza e depressione, anche in assenza di storia medica di pregressi ictus....
transparent

set202011

Ospedalizzazione degli anziani acuti, in calo in Italia dal 1996

Negli ultimi anni in Italia si riscontra una riduzione dei tassi di ospedalizzazione degli anziani. Ciò non è controbilanciato da un'aumentata offerta di cure domiciliari o di servizi infermieristici, mentre invece si assiste a una diminuzione della...
transparent

set192011

Rischio di exitus intraospedaliero per gli anziani avviati a Pci

I pazienti di età pari o superiore a 75 anni avviati a intervento coronarico percutaneo (Pci) per sindrome coronarica acuta (Acs) e angina stabile vanno incontro a un rischio relativamente basso di morte intraospedaliera. In ogni caso, i tassi di complicanze...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community